"Oggi rendiamo giustizia alla storia. È un grande giorno per Firenze, l'Italia e l'umanità intera. L'auspicio è che questa restituzione sia la prima di altre opere d'arte". Lo ha detto il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, nel corso della cerimonia di restituzione del dipinto "Il Vaso di Fiori", tornato a Palazzo Pitti a Firenze dopo 75 anni. Schmidt ha ringraziato i protagonisti del rimpatrio del quadro, a partire dall'Arma dei Carabinieri, l'autorità giudiziaria e i collaboratori degli Uffizi.

"Grande merito - ha aggiunto - va ai tre ministri che sono venuti da Roma e Berlino. Ad Alberto Bonisoli, che ha fatto della restituzione delle opere d'arte una priorità del suo dicastero. Ad Enzo Moavero Milanesi, profondo conoscitore dell'arte antica, perché ha messo in moto l'iter per il rientro del dipinto. E grazie anche ad Heiko Mass che in Germania ha promosso la legge per facilitare la restituzione". Schmidt ha concluso così il suo intervento: "Viva Firenze, viva la giustizia, viva l'amicizia tra i popoli!".

 

Articoli correlati