“E’ un momento di grande soddisfazione, il segno di quali risultati si riescano a ottenere, anche in campi difficili, quando si stabiliscono delle relazioni strette e orientate al risultato. Un’operazione che ci rende orgogliosi, anche dello straordinario lavoro svolto dall’Arma dei Carabinieri e dalla Procura di Firenze. Un particolare ringraziamento va poi alla passione del direttore degli Uffizi, Eike Schmidt. Oggi è una bella giornata”. Così il Segretario Generale del Mibac, Giovanni Panebianco, commenta con AgCult il ritorno dopo 75 anni in Italia del quadro Il Vaso di Fiori di Van Huyusum, rubato dalla Galleria di Palazzo Pitti a Firenze durante la ritirata delle forze di occupazione tedesche nel 1944.

Per quanto riguarda l’impegno del Collegio Romano in materia di opere trafugate, Panebianco ricorda che “al Mibac c’è un apposito Comitato, il Comitato restituzioni, che recentemente Bonisoli ha voluto rafforzare e integrare anche con la partecipazione di rappresentanti del ministero della Giustizia e del ministero degli Esteri. Un segno – evidenzia il segretario generale - di come questo organismo voglia costituire un motore propulsivo per dare maggiore vigore a questa azione istituzionale verso i paesi europei ma anche internazionali”.

 

Articoli correlati